Questo sito non utilizza cookie per le proprie funzionalità o per mandarti pubblicità. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie tecnici per la gestione del sito. Per saperne di più clicca qui.
CGILParma.it




ISCRIVITI ALLA CGIL


Martedì 30 Novembre 2021
HOME PAGE
CATEGORIE
SERVIZI
CHI SIAMO
ORARI E SEDI
CONTATTACI

Si allenta l'isolamento: tornano a bussare alla porta con la "TRUFFA DEL CATALOGO"

26 Maggio 2021
Federconsumatori Parma lancia l'allarme dopo alcune segnalazioni a Sala Baganza

 

La truffa del catalogo è un classico che non passa mai di moda tra le frodi porta a porta e con l’allentamento delle restrizioni per la pandemia, torna a bussare ai cittadini di Parma e provincia. Nei giorni scorsi Federconsumatori ha raccolto alcune segnalazioni provenienti dalla zona di Sala Baganza. Lo stratagemma è sempre lo stesso: alla porta di casa si presenta una persona che chiede di poter consegnare un catalogo promozionale, magari contenente degli sconti. Se il cittadino si mostra interessato o anche solo titubante, il catalogo viene rilasciato chiedendo in cambio una semplice firma per certificare l’avvenuta consegna. Quella firma può costare molto: in pratica si sta sottoscrivendo inconsapevolmente un contratto che obbliga all’acquisto di oggetti spesso di scarsa qualità, a caro prezzo (di solito tra i 3 e 7mila euro). In questo periodo i truffatori stanno approfittando della ritrovata possibilità di movimento e della disponibilità che le persone dimostrano all’ascolto dopo mesi di isolamento. Federconsumatori Parma raccomanda di prestare attenzione ed è a disposizione per aiutare chi sia già caduto in questo tranello.

CONDIVIDI


SU TWITTER
SU FACEBOOK


Visualizzazioni: 13


A cura dell'Ufficio Stampa e del Centro Sistemi Informativi CGIL di Parma © Copyright 2000-2021
Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome