Questo sito non utilizza cookie per le proprie funzionalità o per mandarti pubblicità. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie tecnici per la gestione del sito. Per saperne di più clicca qui.
CGILParma.it




ISCRIVITI ALLA CGIL


Venerdì 20 Ottobre 2017
HOME PAGE
CATEGORIE
SERVIZI
CHI SIAMO
ORARI E SEDI
CONTATTACI

FLC CGIL, CISL FU e UILRUA: Università, bene le dimissioni del Rettore, ora avviare un percorso chiarificatore

17 Maggio 2017
"Accelerare gli accordi già in discussione per rendere più trasparenti e incisive le procedure per le gare di appalto e i regolamenti interni"

In riferimento alle dimissioni presentate dal Magnifico Rettore dell’Università di Parma, le organizzazioni sindacali di categoria FLC CGIL, CISL Federazione Università e UILRUA esprimono apprezzamento per il gesto compiuto dal Prof. Loris Borghi in quanto frutto di una decisione doverosa e coerente sia con quanto accaduto che con i tempi non certo brevi della giustizia.

Con detta scelta il prof. Loris Borghi ha distinto la propria vicenda personale dal ruolo istituzionale sino a quel momento ricoperto, e questo consentirà all’Ateneo Parmense l’avvio di un percorso di chiarificazione indispensabile per fugare quelle zone d’ombra che al momento gravano sull’ente universitario.

Siamo tra coloro che, pur avendo sostenuto con lealtà e determinazione idee diverse dall’amministrazione sull’organizzazione del lavoro, sulla nascita della fondazione, sulla continua esternalizzazione di servizi fondamentali, ritengono altrettanto importante ringraziare con la stessa lealtà il prof. Loris Borghi per la passione dimostrata e gli auguriamo sinceramente di poter dimostrare nelle sedi opportune la sua estraneità ai fatti addebitati.

Consapevoli che i tempi per il rinnovo della carica e dell’esito delle indagini non saranno certamente brevi, intendiamo adoperarci per accelerare quegli accordi che già erano in discussione affinché siano ancor più trasparenti ed incisive le procedure per le gare di appalto e i regolamenti interni come pure trovino attuazione quei provvedimenti in itinere per il personale contrattualizzato.

Adesso si apre una fase nuova, dove è prioritario da parte di tutti tutelare la professionalità della centinaia di docenti e del personale tecnico amministrativo che quotidianamente, nonostante tutto, consentono all’Università di Parma di garantire un servizio pubblico di elevata qualità nell’interesse degli studenti, della sanità e della città.

 

Simone Saccani (FLC CGIL )

Claudia Cavatorta (CISL Federazione Università)

Maurizio Manini (UILRUA)

CONDIVIDI


SU TWITTER
SU FACEBOOK




A cura dell'Ufficio Stampa e del Centro Sistemi Informativi CGIL di Parma © Copyright 2000-2017
Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome