Questo sito non utilizza cookie per le proprie funzionalità o per mandarti pubblicità. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie tecnici per la gestione del sito. Per saperne di più clicca qui.
CGILParma.it




ISCRIVITI ALLA CGIL


Sabato 19 Ottobre 2019
HOME PAGE
CATEGORIE
SERVIZI
CHI SIAMO
ORARI E SEDI
CONTATTACI

Fiom, sciopero di 8 ore per le lavoratrici e i lavoratori metalmeccanici

11 Dicembre 2011
Presidio in piazza Garibaldi a partire dalle ore 9.30

Lo sciopero del prossimo lunedì 12 dicembre per le lavoratrici e i lavoratori metalmeccanici sarà di 8 ore. La mobilitazione della FIOM CGIL, che integra e sostituisce quella già proclamata per il 16 dicembre, vuole contrastare la manovra del governo ma anche denunciare e contestare la scelta della Fiat di estender...e il modello di Pomigliano a tutti gli 86mila dipendenti del Gruppo, cancellando il contratto nazionale di lavoro e attaccando le libertà sindacali nel nostro Paese secondo un modello mai conosciuto fino ad oggi.

Il giudizio sulla manovra Monti è negativo perché presenta tagli pesantissimi, ancora una volta a danno soprattutto di lavoratori dipendenti, pensionati, precari e giovani, senza affrontare il nodo di fondo dell’ingiustizia sociale e della redistribuzione della ricchezza, senza cui non ci potrà essere nessuna discontinuità e nessun rinnovamento.

Lunedì 12 dicembre, 8 ore di sciopero della FIOM punteranno a rimettere in discussione provvedimenti che allargano l’ingiustizia sociale, a c ancellare l’articolo 8 della finanziaria del Governo precedente che annulla contratti e leggi, compreso l’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori, a d ifendere il lavoro e l’occupazione, a respingere le scelte della Fiat di uscita dal Contratto nazionale, a d ifendere la Costituzione, le libertà sindacali e la democrazia, il diritto di sciopero, il diritto al lavoro e a r iconquistare il Contratto Collettivo nazionale di Lavoro.

Insomma, la manovra economica annunciata dal Governo è ingiusta, socialmente insopportabile, fa cassa su chi ha sempre pagato, aumenta i divari fra i ricchi da una parte e lavoratrici, lavoratori, giovani e pensionati dall’altra, producendo un impoverimento di massa e sempre maggiore incertezza nella vita delle persone. È necessario che rimanga l'indicizzazione per le pensioni medio basse, che l'età per andare in pensione rimanga a 40 anni senza penalizzazioni, che siano tutelati tutti i lavoratori che sono e andranno in mobilità perché espulsi anticipatamente dal ciclo produttivo, che sia più graduale l'innalzamento dell'età pensionabile per le lavoratrici, che l' Imu , sia progressiva , e che una quota del gettito vada ai Comuni, e che si attui la riforma degli ammortizzatori sociali. Questa manovra rende sempre più precarie le condizioni e il reddito da lavoro e non produce quella necessaria discontinuità con le scelte del Governo Berlusconi di cancellare diritti e smantellare lo stato sociale.

La giornata di mobilitazione prevede un PRESIDIO DEI LAVORATORI METALMECCANICI, alle ore 9.30, in Piazza GARIBALDI, presso i PORTICI DEL GRANO. Inoltre, al pomeriggio, i lavoratori della FIOM di Parma parteciperanno alla MANIFESTAZIONE di CGIL, CISL e UIL sempre in Piazza GARIBALDI, a partire dalle ore 15.00.

www.fiom.cgil.it | www.fiomnetwork.it

CONDIVIDI


SU TWITTER
SU FACEBOOK




A cura dell'Ufficio Stampa e del Centro Sistemi Informativi CGIL di Parma © Copyright 2000-2019
Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome