Questo sito non utilizza cookie per le proprie funzionalità o per mandarti pubblicità. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie tecnici per la gestione del sito. Per saperne di più clicca qui.
CGILParma.it




ISCRIVITI ALLA CGIL


Sabato 19 Ottobre 2019
HOME PAGE
CATEGORIE
SERVIZI
CHI SIAMO
ORARI E SEDI
CONTATTACI

Camusso, 27 gennaio: fischi e applausi

16 Febbraio 2011
Lettera aperta di un gruppo di lavoratori della Fiom Cgil provinciale

Siamo un gruppo di lavoratori metalmeccanici iscritti alla Fiom Cgil che ha partecipato alla manifestazione di Bologna nella giornata dello sciopero della categoria il 27 gennaio scorso, giudichiamo inopportuni sia il comunicato stampa della segreteria provinciale della Cgil di Parma pubblicato nei giorni scorsi dalla stampa locale sia l'ordine del giorno del direttivo provinciale dello Spi Cgil, relativi ai fischi ricevuti dalla segretaria generale nazionale della Cgil Susanna Camusso.

 

Riteniamo sbagliata la critica in essi contenuta ma soprattutto riteniamo che questa difesa “accalorata e interessata” nei confronti della segretaria Camusso la danneggi piuttosto che rafforzarla.

 

Nelle piazze si possono prendere gli applausi ma si possono ricevere anche i fischi di coloro che dissentono e chiedono alla Cgil un'azione più incisiva in questa fase.

 

La Fiom Cgil chiede da tempo lo sciopero generale e lo ha ribadito in tutte le iniziative pubbliche, a partire dalla grande manifestazione del 16 ottobre fino allo sciopero del 27 e 28 gennaio scorso, perché il sopruso subito dai lavoratori della Fiat a Pomigliano e Mirafiori, sottoscritto da Cisl, Uil e Ugl avallando il principio “meno diritti più lavoro”, sarà il modello la cui applicazione verrà estesa a tutto il mondo del lavoro nel settore privato e pubblico del nostro paese.

 

Altre categorie della Cgil, il Pubblico Impiego e la Scuola-Ricerca, stanno decidendo in queste ore la proclamazione dello sciopero di categoria, in considerazione del fatto che il ministro Brunetta alla pari di Marchionne ha assestato il colpo che ha prodotto il solito accordo separato, sottoscritto prontamente dai soliti sindacati di Cisl e Uil, anche queste categorie, quindi non la sola Fiom, chiedono alla Cgil di promuovere iniziative per arrivare allo sciopero generale.

 

Alla luce di ciò, fermamente convinti che la Cgil continuerà a fare quello che gli viene chiesto dai lavoratori che la sostengono tramite l'iscrizione, riteniamo necessaria la proclamazione dello sciopero generale. D'altronde... se non ora, quando?

 

 

Ugo Bertinelli

Paolo Bettuzzi

Calimaco Cantoni

Claudio Cavalcanti

Marco Cleri

Renzo Fanzini

Sonia Iorno

Andrea Mozzoni

Vincenzo Parrucchella

Tiziano Peracchi

Dario Rovelli

Matteo Salemme

Lucio Valenti

CONDIVIDI


SU TWITTER
SU FACEBOOK




A cura dell'Ufficio Stampa e del Centro Sistemi Informativi CGIL di Parma © Copyright 2000-2019
Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome