Questo sito non utilizza cookie per le proprie funzionalità o per mandarti pubblicità. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie tecnici per la gestione del sito. Per saperne di più clicca qui.
CGILParma.it




ISCRIVITI ALLA CGIL


Sabato 19 Ottobre 2019
HOME PAGE
CATEGORIE
SERVIZI
CHI SIAMO
ORARI E SEDI
CONTATTACI

Bando per la domanda di contributo al servizio idrico integrato

20 Ottobre 2011
Aperto il bando per aiutare economicamente le famiglie in difficoltà nel pagamento delle utenze domestiche. I cittadini interessati possono fare richiesta entro il 29 ottobre 2011

 

REQUISITI:

I requisiti necessari per poter presentare domanda di erogazione del contributo per il servizio idrico integrato sono i seguenti e dovranno essere posseduti alla data di consegna della domanda e comunque entro il termine di validità del bando:

A) Residenza anagrafica nel Comune di Parma da almeno 1 anno entro la data di chiusura del Bando (residenza acquisita entro  30/10/2010);

B) Il richiedente entro la data di chiusura del Bando (29/10/2011) deve essere cittadino italiano, oppure, se straniero, deve essere regolarmente soggiornante;

C) Il possesso dell’attestazione del Quoziente Parma;

D) Il possesso  anche un valore di ISEE più elevato purché modificato con Q.P. rientri nella soglia indicata di € 5.000,00;

E) Uno dei componenti del nucleo familiare per cui viene fatta la richiesta deve essere intestatario di un contratto di fornitura relativo al servizio idrico integrato oppure se il consumo di acqua da parte del nucleo familiare viene addebitato nelle spese condominiali deve essere presente analogo contratto di fornitura intestato al condominio.

I cittadini italiani, comunitari o extracomunitari, residenti nel Comune di Parma, i cui redditi risultino assoggettati, a norma di disposizioni nazionali, comunitarie o di accordi internazionali, a tassazione in altro paese, ovvero a tassazione alla fonte con versamento di imposte presso l’Unione Europea o presso Organismi Internazionali, sono tenuti a presentare al Comune di Parma idonea documentazione relativa ai suddetti redditi (dichiarazione dei redditi o altra documentazione relativa ai redditi maturati su base annua.

Per beneficiare delle agevolazioni, il Quoziente Parma deve essere definito e  attestato contestualmente all’ ISEE. La durata delle due attestazioni sarà pertanto la stessa, di norma legata all’annualità e/o alle ulteriori durate che la legislazione di riferimento individuerà a questo proposito.

Tutti i requisiti devono essere posseduti entro la data di chiusura del Bando (29/10/2011) e devono permanere per tutto il periodo di erogazione dei contributi.

Si precisa inoltre che verranno ricevute solo le domande per le quali, entro la data di chiusura del Bando, oltre al valore dell’attestazione ISEE riferita al nucleo familiare sia stato determinato ed inserito anche il valore del Quoziente Parma.

IMPORTO DEL CONTRIBUTO

Il contributo è annuale e si differenzia a seconda del valore del Quoziente Parma posseduto dalla famiglia.
I parametri da utilizzare per la gestione del presente bando fanno pertanto riferimento ai seguenti valori:

a) prima fascia con ISEE modificato di valore non superiore a € 2.500,00
- contributo minimo pari a € 140,00
- valore minimo del Q.P. non superiore a 0,1005
- contributo massimo pari a € 300,00
- valore massimo del Q.P. non superiore a 0,1972

 b)seconda fascia con ISEE modificato di valore superiore a € 2.500,00, ma con ISEE certificato non superiore a € 5.000,00
- contributo minimo pari a € 100,00
- valore minimo del Q.P. non superiore a 0,1005
- contributo massimo pari a € 200,00
- valore massimo del Q.P. non superiore a 0,1972

Il contributo viene erogato fino all'esaurimento del Budget a tutti i nuclei familiari in possesso dei necessari requisiti.
Nel caso in cui lo stanziamento a disposizione non risulti sufficiente a concedere gli importi massimi originariamente fissati a tutti gli aventi diritto, gli importi massimi definiti per ciascuna Fascia vengono ridotti proporzionalmente, per consentire l’erogazione dei contributi a tutte le domande valide.

MODALITA’ DI EROGAZIONE
Una volta completate le graduatorie, il cittadino riceverà al proprio domicilio una comunicazione riportante l’importo del contributo concesso oppure una comunicazione di diniego nel caso siano riscontrate irregolarità nell’istanza.
Il cittadino che ha ottenuto l’applicazione della Tariffa Sociale Acqua si potrà recare presso gli sportelli polifunzionali del Centro Servizi al Cittadino al Duc o presso i Poli Sociali Territoriali per consegnare le Bollette Iren Mercato spa al Comune, che provvede al pagamento delle stesse fino ad esaurimento della quota sconto concessa.
Qualora la bolletta sia superiore all’importo del contributo residuo concedibile, il Comune rilascia un buono pari alla quota disponibile, che il cittadino consegna presso una qualsiasi Agenzia cittadina di Banca Monte Parma provvedendo al pagamento della differenza a suo carico. Il contributo a carico del Comune di Parma viene pagato solo se il cittadino ha consegnato il buono in Banca Monte entro trenta giorni dalla data del rilascio e abbia nel contempo pagato la quota a suo carico. Nel caso in cui il cittadino smarrisca il buono  o sia in quel momento impossibilitato al pagamento della differenza a suo carico e lascia scadere il buono in suo possesso, ha la possibilità presentandosi nuovamente agli sportelli polifunzionali  di  utilizzare la quota a sua disposizione per il pagamento sia della bolletta  precedentemente allegata al buono scaduto  che di una nuova bolletta purchè emessa in corso d'anno del contributo.

La bollette potranno essere presentate entro il 31 Luglio 2012 sino ad esaurimento della disponibilità del contributo assegnato.

Erogazione in unica soluzione
Il contributo verrà erogato in unica soluzione quando i cittadini si trovano in una delle condizioni sottoelencate:
1. - Bollette domiciliate presso un Istituto Bancario;
2. - Ente erogatore dei servizi di acqua diverso da Iren Mercato Spa;
3. - il consumo di acqua da parte del nucleo familiare venga addebitato nelle spese condominiali.

CONDIVIDI


SU TWITTER
SU FACEBOOK


ALLEGATI


Modulo di domanda
bando


A cura dell'Ufficio Stampa e del Centro Sistemi Informativi CGIL di Parma © Copyright 2000-2019
Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome