Questo sito non utilizza cookie per le proprie funzionalità o per mandarti pubblicità. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie tecnici per la gestione del sito. Per saperne di più clicca qui.
CGILParma.it




ISCRIVITI ALLA CGIL


Sabato 28 Maggio 2022
HOME PAGE
CATEGORIE
SERVIZI
CHI SIAMO
ORARI - SEDI
CONTATTACI

“IL LAVORO CHE CI ASPETTA. Idee e prospettive per la lunga battaglia dei diritti”

11 Dicembre 2014

“IL LAVORO CHE CI ASPETTA”:

11 DICEMBRE, TAVOLA ROTONDA CON CGIL PARMA

 

Lo sciopero generale proclamato da CGIL e UIL per il prossimo 12 dicembre rappresenta un fondamentale momento di visibilità e partecipazione per milioni di lavoratori, giovani e pensionati che chiedono una sostanziale inversione di rotta al Governo su Jobs Act, Legge di Stabilità, politiche economiche e pubblica amministrazione. Ma nessuno pensa che la mobilitazione del 12 dicembre possa essere risolutiva: anche dopo l’approvazione del Jobs Act e della Legge di Stabilità la battaglia dei diritti dovrà continuare, perché il processo di destrutturazione del mercato del lavoro e dell’intero sistema di welfare e protezioni sociali oggi in atto rischia di trasformare definitivamente, in peggio, i connotati della nostra democrazia.

 

“IL LAVORO CHE CI ASPETTA. Idee e prospettive per la lunga battaglia dei diritti” è appunto l’argomento al centro della tavola rotonda che la CGIL di Parma organizza per il prossimo giovedì 11 dicembre, alle ore 15.30, nel salone “Bruno Trentin” della Camera del Lavoro in via Casati Confalonieri, 5/A: un momento di riflessione, insieme ai segretari generali delle principali categorie della CGIL regionale, sulle prospettive per il lavoro e per i lavoratori di questo Paese, anche in assenza di una forte rappresentanza politica. Una battaglia che per il sindacato e il suo gruppo dirigente, oltre che per tutto il mondo del lavoro, si preannuncia lunga ed estenuante e nella quale sarà fondamentale il recupero di un potere contrattuale (si parla della contrattazione aziendale o di secondo livello) attraverso il quale riconquistare quei diritti che la cosiddetta riforma del mercato del lavoro punta a comprimere, depauperando e svuotando di importanza il contratto nazionale.

 

Per queste ragioni al dibattito, aperto al pubblico, sono chiamati a portare le proprie esperienze e proposte sindacalisti di lungo corso, responsabili di alcune delle più importanti categorie della CGIL regionale. Oltre al segretario generale, Vincenzo Colla, interverranno, infatti: per il pubblico impiego, Marina Balestrieri (segr. gen. FP CGIL E-R), per il commercio e terziario Veronica Tagliati (segr. gen. FILCAMS CGIL E-R), per il settore vetro-chimico-tessile e reti Giordano Giovannini (segr. gen. FILCTEM CGIL E-R), per l’agroindustria Ivano Gualerzi (segr. gen. FLAI CGIL E-R), per i metalmeccanici Bruno Papignani (segr. gen. FIOM CGIL E-R). Ad introdurre i lavori sarà, in apertura, Massimo Bussandri, segretario generale CGIL Parma, e a moderarli il giornalista Jacopo Della Porta.

CONDIVIDI


SU TWITTER
SU FACEBOOK


ALLEGATI


Scarica la locandina


A cura dell'Ufficio Stampa e del Centro Sistemi Informativi CGIL di Parma © Copyright 2000-2022
Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome