Questo sito non utilizza cookie per le proprie funzionalità o per mandarti pubblicità. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie tecnici per la gestione del sito. Per saperne di più clicca qui.
CGILParma.it




ISCRIVITI ALLA CGIL


Giovedì 27 Gennaio 2022
HOME PAGE
CATEGORIE
SERVIZI
CHI SIAMO
ORARI E SEDI
CONTATTACI

"LA AMAVO PIÙ DELLA MIA VITA"

14 Novembre 2012

28 NOVEMBRE, IN OCCASIONE DELLA GIORNATA MONDIALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE,

UNA TAVOLA ROTONDA PER PARLARE DI FEMMINICIDIO

 

Il 25 novembre si è celebrata la giornata mondiale contro la violenza sulle donne, e anche la CGIL di Parma ha deciso di farsi promotrice di una iniziativa per dare visibilità e denuncia ad un fenomeno di portata gravissima, che ha recentemente dato luogo, nel nostro Paese, ad un neologismo tanto agghiacciante quanto esplicativo: femminicidio.

 

“La amavo più della mia vita” è il titolo, volutamente provocatorio, della tavola rotonda che i Coordinamenti Donne CGIL e SPI CGIL di Parma organizzano per il prossimo mercoledì 28 novembre, alle ore 16.30, presso l’Hotel Toscanini (viale Toscanini, 4, Parma), un incontro a cui interverranno Samuela Frigeri, presidente Centro Antiviolenza di Parma, Davide D’Andrea, ispettore della Squadra mobile di Parma, Lisa Gattini, Coordinatrice Donne CGIL Parma, Valentina Zinelli, giornalista. Il dibattito sarà coordinato da Edda Furini, responsabile Coordinamento Donne SPI CGIL Parma, e concluso da Patrizia Maestri, segretaria generale CGIL Parma.

 

La stessa Patrizia Maestri spiega: “Anche nella sede della Cgil di Parma è stato esposto uno striscione che simboleggia l’impegno della Cgil contro la violenza alle donne e che recita “La violenza sulle donne è una sconfitta per tutti”. Il femminicidio è diventato nel nostro Paese una vera emergenza sociale e purtroppo l’Italia presenta aspetti specifici e allarmanti in tema di regressione della condizione e dei diritti delle donne. Leggendo i dati più recenti si deduce facilmente una progressione simmetrica tra il peggioramento sul piano dell’uguaglianza di genere e la violenza sessista agita dagli uomini. Il 76% dei casi di violenza nel nostro Paese avviene tra le mura domestiche ad opera di ex partner, mariti, compagni o uomini conosciuti. Il dramma della violenza contro le donne deve essere all’evidenza di tutti, uomini e donne, ogni giorno; nessuno deve abbassare lo sguardo o girarsi da un’altra parte e questo tema deve rappresentare un impegno comune, a tutti i livelli, per costruire la cultura del rispetto e della dignità delle persone”.

CONDIVIDI


SU TWITTER
SU FACEBOOK




A cura dell'Ufficio Stampa e del Centro Sistemi Informativi CGIL di Parma © Copyright 2000-2022
Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome