Questo sito non utilizza cookie per le proprie funzionalità o per mandarti pubblicità. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie tecnici per la gestione del sito. Per saperne di più clicca qui.
CGILParma.it




ISCRIVITI ALLA CGIL


Sabato 19 Ottobre 2019
HOME PAGE
CATEGORIE
SERVIZI
CHI SIAMO
ORARI E SEDI
CONTATTACI

Vertenza Tas, l'azienda conferma la chiusura della sede di Parma

5 Ottobre 2011
Riprendono le iniziative di lotta

Nelle giornate del 7 e 21 settembre scorsi si sono tenuti due incontri fra la delegazione sindacale e la direzione aziendale della società Tas, durante i quali quest’ultima ha ribadito la propria volontà di procedere con la chiusura della sede di Parma nonostante le proposte fatte dalle rappresentanze sindacali su razionalizzazione dei costi della sede, percorsi e modalità per riqualificazione e formazione del personale, ricorso ad ammortizzatori sociali conservativi del posto di lavoro a fronte di crisi di mercato, etc. L’incontro con le istituzioni convocato dalla Regione Emilia-Romagna per il giorno 28 settembre ha dovuto essere rinviato per indisponibilità della società Tas al 25 ottobre.

 

Nel frattempo, data la situazione d’incertezza sul futuro della sede di Parma e l’ostinazione dell’azienda nel proclamarne la chiusura, si susseguono le dimissioni di lavoratrici e lavoratori con gravi conseguenze sull’efficienza lavorativa ed organizzativa, con rischio di ritardi nelle consegne, perdita di fatturato e clienti e di professionalità fondamentali.

 

In ragione di quanto sopra, i lavoratori della sede Tas di Parma, insieme alla Fiom Cgil di Parma e alla Rsu, riunitisi martedì 4 ottobre in assemblea, hanno proclamato lo sciopero a partire dalle ore 15 e fino al termine della stessa giornata. Un ulteriore primo pacchetto di 40 ore di sciopero prevede la fermata di tutti i lavoratori della sede di Parma per le intere giornate di venerdì 7 e lunedì 10 ottobre, mentre le restanti 24 ore saranno effettuate entro il 25 ottobre secondo modalità e con iniziative pubbliche che saranno comunicate nei prossimi giorni.

 

“Oggi è necessario - spiega Davide Fellini, segretario della Fiom Cgil di Parma – che la direzione aziendale revochi immediatamente la chiusura della sede di Parma, ne garantisca il mantenimento dei posti di lavoro e si avvii un vero confronto, invocato anche dalle istituzioni, sulle azioni da individuare, condividere e concretizzare per ridare una prospettiva non solo ai lavoratori di Parma, ma anche ai lavoratori Tas di tutte le altre sedi”.

CONDIVIDI


SU TWITTER
SU FACEBOOK




A cura dell'Ufficio Stampa e del Centro Sistemi Informativi CGIL di Parma © Copyright 2000-2019
Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome