Questo sito non utilizza cookie per le proprie funzionalità o per mandarti pubblicità. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie tecnici per la gestione del sito. Per saperne di più clicca qui.
CGILParma.it




ISCRIVITI ALLA CGIL


Martedì 20 Novembre 2018
HOME PAGE
CATEGORIE
SERVIZI
CHI SIAMO
ORARI E SEDI
CONTATTACI

Sciopero a Parma contro le morti sul lavoro

26 Giugno 2018
Incidente al Casello di Medesano, Mercoledì 27 giugno sciopero di 8 ore, con presidio davanti alla Prefettura

Oltre 258 incidenti mortali dall'inizio dell'anno, il 20% nel settore delle costruzioni.

FILCA CISL, FENEAL UIL, FILLEA CGIL della provincia di Parma, a fronte dell'ennesimo incidente mortale che ha coinvolto un giovane operaio poco più che ventenne, tornano a chiedere con forza alle istituzioni di porre il tema della sicurezza sul lavoro tra le priorità delle proprie agende e proclamano per mercoledì 27 Giugno 2018 lo sciopero provinciale di 8 ore, con presidio alle ore 10.30 davanti alla Prefettura di Parma, per i comparti dell'edilizia, industria e artigianato.

Ci sono fenomeni nei cantieri edili che creano una serie di distorsioni tali da rendere i luoghi di lavoro campi minati: lavoro nero e irregolare, taglio di risorse alla voce "sicurezza" da parte degli imprenditori, riduzioni di controlli e ispezioni da parte degli organi preposti, ricorso a contratti diversi da quelli dell'edilizia, false partite Iva, infiltrazioni criminali nel settore.

È necessario rafforzare i controlli e le sanzioni in materia di sicurezza sul lavoro, aumentare la sicurezza nei cantieri stradali, che per la loro peculiarità hanno rischi molto elevati, ripristinare il DURC nella sua forma originaria e introdurre la congruità, applicare il contratto edile a tutti i lavoratori che operano in cantiere. E ancora: occorre qualificare le politiche di prevenzione sviluppando sinergie tra organi ispettivi e il sistema bilaterale edile e il rafforzamento del ruolo degli RLST.

Quello che non possiamo permetterci davanti a queste tragedie è restare indifferenti. È una battaglia di civiltà che tutti insieme dobbiamo poter vincere. Affinché queste tragedie non restino solo numeri per le statistiche, come sindacato continueremo ad incalzare tutti soggetti coinvolti, e lo sciopero è lo strumento per rivendicare "sicurezza al lavoro".

 

Le segreterie provinciali
FILCA CISL, FENEAL UIL, FILLEA CGIL

 

CONDIVIDI


SU TWITTER
SU FACEBOOK




A cura dell'Ufficio Stampa e del Centro Sistemi Informativi CGIL di Parma © Copyright 2000-2018
Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome