Questo sito non utilizza cookie per le proprie funzionalità o per mandarti pubblicità. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie tecnici per la gestione del sito. Per saperne di più clicca qui.
CGILParma.it




ISCRIVITI ALLA CGIL


Sabato 19 Ottobre 2019
HOME PAGE
CATEGORIE
SERVIZI
CHI SIAMO
ORARI E SEDI
CONTATTACI

Eridania e centrale a biomasse, si riapra la negoziazione col territorio

10 Novembre 2011
Le preoccupazioni di Flai, Fai e Uila

A seguito delle recenti notizie apparse sulla stampa locale circa il deterioramento dei rapporti tra l’Amministrazione comunale di Trecasali, l’Amministrazione provinciale di Parma e la direzione aziendale di Eridania Saddam, riguardo a criticità connesse alla realizzazione della centrale a biomasse, le organizzazioni sindacali di categoria di Cgil, Cisl e Uil e le RSU esprimono grande preoccupazione sulle possibili conseguenze che da queste posizioni  potrebbe derivare anche rispetto al futuro della continuità produttiva dello zuccherificio e alle sue ricadute occupazionali.

 

Per queste ragioni i sindacati unitari ritengono che si debba tentare di superare questi ostacoli. A tal fine si chiede che ognuno faccia responsabilmente la propria parte e a partire dal territorio, nel quale opera da tempo un Tavolo Istituzionale di Crisi, si proceda all’immediata riapertura di un tavolo negoziale che abbia l’obiettivo primario di trovare soluzioni le più largamente condivise e che contemperino i rilevanti interessi di cui tutte le parti in campo sono portatrici.

CONDIVIDI


SU TWITTER
SU FACEBOOK




A cura dell'Ufficio Stampa e del Centro Sistemi Informativi CGIL di Parma © Copyright 2000-2019
Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome