Questo sito non utilizza cookie per le proprie funzionalità o per mandarti pubblicità. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie tecnici per la gestione del sito. Per saperne di più clicca qui.
CGILParma.it




ISCRIVITI ALLA CGIL


Martedì 22 Ottobre 2019
HOME PAGE
CATEGORIE
SERVIZI
CHI SIAMO
ORARI E SEDI
CONTATTACI

Cgil Parma, solidarietà agli scioperi Fiat e Fincantieri

20 Ottobre 2011
“Due scioperi di carattere generale”

La Cgil di Parma esprime solidarietà allo sciopero FIAT e FINCANTIERI proclamato per il 21 ottobre.

 

Investimenti, lavoro, libertà e democrazia, quattro parole che esprimono bene le ragioni per cui oggi i lavoratori FIAT e FINCANTIERI scioperano insieme alla FIOM.

 

La Cgil non lascia soli i lavoratori delle due più grandi aziende metalmeccaniche del Paese che si trovano di fronte a manager e proprietà (nel caso FINCANTIERI pubblica) che stanno disinvestendo in Italia e licenziando migliaia di persone.

 

La Cgil deplora il comportamento irresponsabile del Governo che ha rinunciato a qualsiasi scelta di politica industriale permettendo a FIAT di chiudere stabilimenti (Imola, Avellino, Palermo) e di fare propaganda (Fabbrica Italia) con investimenti che vengono sempre posticipati e ridimensionati (Napoli e Torino).

 

Ancora più stupefacente, essendone il Governo proprietario, è quanto avviene in FINCANTIERI dove si programma la chiusura di cantieri per migliaia di licenziamenti, lasciando il campo ai gruppi stranieri.

 

La Cgil di Parma esprime solidarietà ai lavoratori FIAT che si oppongono all'autoritarismo di Marchionne che vorrebbe fare delle sue aziende luoghi al di fuori della legge, dei contratti e dei diritti.

 

Infine giudica gravissima la decisione del Sindaco di Roma di vietare ai lavoratori in sciopero di effettuare un corteo, violando in questo modo una fondamentale libertà costituzionale.

 

Per coprire i loro fallimenti FIAT, Governo e Sindaco non trovano di meglio che imbavagliare i lavoratori, è questa l'Italia del futuro? Per la Cgil no.

CONDIVIDI


SU TWITTER
SU FACEBOOK




A cura dell'Ufficio Stampa e del Centro Sistemi Informativi CGIL di Parma © Copyright 2000-2019
Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome