Questo sito non utilizza cookie per le proprie funzionalità o per mandarti pubblicità. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie tecnici per la gestione del sito. Per saperne di più clicca qui.
CGILParma.it




ISCRIVITI ALLA CGIL


Mercoledì 22 Maggio 2019
HOME PAGE
CATEGORIE
SERVIZI
CHI SIAMO
ORARI E SEDI
CONTATTACI

Bilancio di sostenibilità di Iren? Non per i lavoratori dell’Ambiente

10 Maggio 2019
FP CGIL e FIT CISL: le rappresentanze sindacali attendono ancora risposte sul piano industriale

È dalla stampa locale di ieri che la RSU e le segreterie provinciali di FP CGIL e FIT CISL hanno appreso che Iren ha presentato il bilancio di sostenibilità dichiarando grandi risultati.

Peccato, dicono le rappresentanze dei lavoratori, che ancora una volta non vi sia traccia nemmeno di una stringata comunicazione alle organizzazioni sindacali e alla RSU, con buona pace delle pagine di protocolli sulle buone relazioni sindacali siglate lo scorso anno.

Del resto le stesse rappresentanze sindacali stanno aspettando da più di un anno un incontro sul progetto industriale per il settore Ambiente, chiesto ripetutamente dal gennaio 2018 e ancora non concesso, nonostante sempre a Parma l’azienda abbia fatto ampia pubblicità al suo piano di sviluppo, che ad oggi si palesa solo con appalti al ribasso, revisione al ribasso degli accordi aziendali, utili altissimi e tariffe invariate a carico dei cittadini.

Così come mancano dati precisi sul numero di persone uscite per prepensionamenti e sostituzioni fatte o necessarie nei vari reparti che sempre più sono in sofferenza sui carichi di lavoro e sulla quotidiana disorganizzazione.

Il dato curioso che evidenzia la stampa è inoltre rappresentato da quei 26 milioni di euro di ordini ai fornitori che non è chiaro a cosa sia riferito: tra gli ordini ai fornitori infatti il gruppo Iren puo’ vantare cifre largamente superiori rappresentate purtroppo da appalti dei servizi di raccolta rifiuti alle cooperative sociali, in violazione delle norme contrattuali e che vedono ancora non risolta la vertenza sindacale dei lavoratori che rivendicano la corretta retribuzione e i diritti previsti per il settore.

Si auspica che l’azienda dedichi qualche attenzione in più ad un corretto percorso di relazioni sindacali e adotti comportamenti più coerenti all’immagine che cerca di pubblicizzare perché è urgente ripristinare un rapporto di trasparenza e fiducia con i propri dipendenti e i loro rappresentanti così come non è rinviabile una risposta ed un impegno reale sulle condizioni dei lavoratori in appalto.

 

CONDIVIDI


SU TWITTER
SU FACEBOOK




A cura dell'Ufficio Stampa e del Centro Sistemi Informativi CGIL di Parma © Copyright 2000-2019
Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome