Questo sito non utilizza cookie per le proprie funzionalità o per mandarti pubblicità. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie tecnici per la gestione del sito. Per saperne di più clicca qui.
CGILParma.it




ISCRIVITI ALLA CGIL


Sabato 19 Ottobre 2019
HOME PAGE
CATEGORIE
SERVIZI
CHI SIAMO
ORARI E SEDI
CONTATTACI

1° dicembre, "La sentenza"

23 Novembre 2011
La Cgil di Parma presenta in nuovo romanzo di Valerio Varesi ambientato all'epoca della Resistenza sull'Appennino parmense

Il prossimo giovedì 1° dicembre, alle ore 17.00, la Cgil di Parma presenterà, nel salone “Trentin” della Camera del Lavoro di Parma in via Casati Confalonieri, 5/A, la nuova fatica editoriale di Valerio Varesi, La sentenza”, pubblicata per i tipi di Frassinelli. L’autore, già noto per il “Il commissario Soneri” (personaggio le cui vicende hanno talvolta raccontato un certo malcostume sociale tutto parmigiano che i fatti recenti hanno finito per confermare), non è nuovo a iniziative fatte in collaborazione con la Cgil di Parma, con la quale ha in altre occasioni mostrato di condividere la sensibilità verso tematiche come quella della sicurezza o dei diritti dei lavoratori.

 

Lo scrittore e giornalista con “La sentenza” sperimenta il romanzo storico partendo, con coraggio, dal particolare e complicato anno 1944. In piena lotta di Liberazione, i protagonisti, Jim e Bengasi, si ritrovano, senza averlo scelto, insieme ad Ilio, nelle file partigiane, partecipando con la 47esima Brigata Garibaldi, alla Resistenza sui monti dell’Appennino Parmense nell’inverno più duro della nostra storia.

 

In mezzo agli altri partigiani Bengasi (ex miliziano della legione straniera) e Jim (delinquente comune infiltrato come spia dai fascisti) conosceranno, al pari di Ilio (ex ufficiale siciliano divenuto commissario politico della brigata), il senso della battaglia, il senso del cameratismo verso il partigiano che ti sta accanto. Jim diventerà poco alla volta una persona nuova, imparando a rispettare questi straccioni che, solo per un ideale, sono saliti sui monti a combattere. Bengasi avrà modo di far valere la sua esperienza sul campo, ma la sua insofferenza agli ordini, alla rigida gerarchia del partito comunista che decide dall'alto e che impone le cose senza discussioni, lo porteranno a scontrarsi con gli altri. Con il comandante William e anche con il commissario Ilio. Ma in fondo Jim e Bengasi, che si riconoscono l'un l'altro come due persone che scappano da un passato e cui il destino ha regalato una seconda vita, sapranno meritarsi questa possibilità mettendo in gioco proprio le loro vite.

 

La scrittura di Varesi, che ancora una volta risulta scorrevole e lineare secondo uno stile già noto a coloro che hanno avuto il piacere di leggere i suoi romanzi precedenti, ci introduce in un mondo, quello delle lotte partigiane per la Liberazione dal Nazifascismo, cui da sempre la Cgil ha prestato attenzione, nell’intento di valorizzare e sostenere – tanto più in un momento di forti tentazioni revisioniste come quello attuale - la memoria di un periodo che rappresenta uno dei momenti fondativi della nostra storia repubblicana e democratica.

 

Oltre all’autore saranno presenti all’iniziativa Patrizia Maestri, segretaria generale della Cgil di Parma, e Gabriella Manelli, presidente provinciale Anpi di Parma; le letture saranno a cura del Teatro della memoria.

 

CONDIVIDI


SU TWITTER
SU FACEBOOK


ALLEGATI


Scarica la locandina


A cura dell'Ufficio Stampa e del Centro Sistemi Informativi CGIL di Parma © Copyright 2000-2019
Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome Ottimizzato per Google Chrome